Category: History In Italian

By Robin Waterfield

L'"Anabasi" di Senofonte è un capolavoro della storia militare, l. a. cronaca di una straordinaria campagna di guerra redatta dallo storico che vi ha preso parte come soldato. Usando il libro come una guida, Robin Waterfield si è messo in viaggio lungo l'itinerario dei greci, rivelando particolari inediti e impressioni dal vivo: ipotesi nuove sulle condotte dei protagonisti, l. a. dinamica delle battaglie, le sfide logistiche. los angeles ricostruzione inedita e avvincente degli aspetti avventurosi, umani e drammatici di un'epica ritirata. Titolo originale: "Xenophon's Retreat. Greece, Persia and the top of Golden Age" (2006).

Show description

Read more

By Luciano Canfora

Il merito principale dell'opera di Luciano Canfora è di superare ogni sterile distinzione disciplinare. Ciò che rende prezioso e necessario questo libro è l. a. sinergia tra filologia e filosofia, che non si limita a gettare luce su questioni circoscritte relative al rapporto tra Aristofane e Platone, ma è messa al servizio di un interrogativo persistente e attuale: quello che riguarda il ruolo dell'utopia. Se è vero che l'importanza di un libro si misura sul rilievo delle questioni che suscita, il testo di Canfora offre un contributo di primissimo ordine. Umberto Curi, "Corriere della Sera"

Luciano Canfora rilegge gli ideali di uguaglianza della Repubblica platonica: l'unico modo in keeping with contrastare le risorgenti forme di schiavitù. Silvia Ronchey, "La Stampa"

«I fallimenti liquidano l'utopia, o l'utopia resta un bisogno morale al di là del naufragio? E los angeles demonizzazione, fin troppo facile, dell'utopia non diviene un alibi according to blindare in eterno los angeles conservazione e l'ingiustizia?»

Show description

Read more

By Antonio Martelli

"Una guerra subacquea come quelle del 1914-18 e del 1939-45 appare oggi di fatto impensabile. Eppure l. a. lezione di quelle due guerre non è andata perduta. Questa lezione è che il potere navale resta in ultima analisi quello decisivo: Germania, Italia e Giappone persero l. a. guerra perché gli Alleati strapparono loro, più o meno rapidamente, il controllo dei mari"

I sommergibili sono stati protagonisti di entrambe le guerre mondiali. Basti pensare che nel 1917, al culmine dell’offensiva subacquea tedesca, il siluramento del mercantile americano Atzec advert opera di un U-Boot diede agli Stati Uniti los angeles spinta decisiva a entrare nella prima guerra mondiale. E, nella seconda, il gigantesco duello che si svolse in Atlantico fra gli U-Boote e le marine britannica, americana e canadese fu l’episodio centrale del conflitto, quello che ne determinò l’esito. Con l. a. consueta competenza l’autore racconta con ricchezza di particolari l. a. storia di questo leggendario mezzo navale dai suoi primordi. Mette a fuoco l’impiego massiccio che ne fece l. a. Germania nella Grande Guerra consistent with forzare il blocco marittimo dell’Intesa, poi descrive come fu ricostituita l. a. flotta subacquea nel Terzo Reich, infine tratteggia l’epico scontro che vide impegnate Germania e marine alleate fra il 1939 e il 1945.

Show description

Read more

By Andrea Baravelli

Padova, 7 aprile 1979: l’inchiesta condotta dal sostituto procuratore Pietro Calogero su Autonomia operaia si chiude con una raffica di arresti di vari suoi esponenti, alcuni dei quali molto noti. los angeles ricostruzione, anche attraverso una documentazione in gran parte inedita, di quel clima e di quelle vicende consente all’autore di guardare da un osservatorio privilegiato alla tumultuosa realtà italiana degli anni Settanta. los angeles città di Padova rappresenta infatti in quel torno di pace un vero e proprio “laboratorio” politico, terreno di sperimentazione sia in line with le utopie rivoluzionarie che in keeping with l’attività di contrasto condotta dalle istituzioni e dalle forze dell’ordine. Il discorso può così allargarsi advert analizzare l. a. caotica galassia di sigle e progetti rappresentata dall’estremismo di sinistra, los angeles risposta facts dalle istituzioni repubblicane alla minaccia del terrorismo rosso, le investigazioni e l’attività repressiva, il dibattito politico nazionale culminato col varo della «legislazione d’emergenza» e con l. a. radicale riorganizzazione degli apparati di sicurezza.
Per poi tornare a Padova – laddove tutto period iniziato, con l’acquisto della valigetta utilizzata according to los angeles strage di piazza Fontana – e all’idea, rapidamente diffusasi, che quel 7 aprile 1979 potesse rappresentare un passaggio cruciale in line with los angeles definitiva sconfitta del terrorismo in Italia.

Show description

Read more

By Giovanni Ricci

according to molto pace i poteri pubblici, i singoli individui e le autorità religiose del mondo cristiano fecero di nascosto los angeles cosa innominabile che questo libro riporta alla luce: si appellarono ai turchi in line with risolvere i loro più disparati problemi personali o politici. Ciò accadde soprattutto nell’Italia del Rinascimento, esposta in prima linea sia al pericolo sia alla seduzione turca; e nell’esercizio si segnalarono persino alcuni papi in conflitto con altri principi cristiani. Evidentemente los angeles memoria storica che infine ha prevalso, imperniata sullo scontro, è il frutto di una selezione ufficiale e moralistica dei fatti.
Il libro analizza le permeabilità della linea di cesura fra cristiani e musulmani, in keeping with nervosa che essa fosse, senza farsi ingannare dalle deplorazioni lanciate dai contemporanei. Vengono raccontati scambi di lettere e di emissari, trattative segrete e offerte di doni, azioni di spionaggio e depistaggio nel periodo che va dalla conquista di Costantinopoli nel 1453 alla battaglia di Lepanto nel 1571.
Malgrado l. a. retorica di crociata, l’accesso della potenza turca al tavolo diplomatico europeo precedette di molto l’instaurazione di un sistema di relazioni internazionali dichiaratamente laiche.

Show description

Read more

By Carolly Erickson

Enrico VIII regnò sull'Inghilterra tra il 1509 e il 1547 e, sullo sfondo di un'Europa dilaniata dai conflitti politici e dalle lotte religiose, seppe gettare le basi di uno stato veramente moderno. Bello, colto, amante dell'arte, raffinato, Enrico sembrava incarnare le doti del perfetto principe rinascimentale. Dopo anni di matrimonio in vana attesa di un erede e il conseguente ripudio della moglie Caterina d'Aragona in favore di Anna Bolena - gesto che fu all'origine della rottura con l. a. Chiesa di Roma - iniziarono advert affiorare i tratti più oscuri del suo carattere, ed Enrico si trasformò in un tiranno sospettoso e sanguinario, los angeles cui ira si abbatté su amici e nemici, e persino su due delle sei mogli.
Attingendo ai documenti d'epoca Carolly Erickson ricompone los angeles sfaccettata personalità di un uomo complesso e contraddittorio, dando vita a un racconto brillante e pieno di imprevisti, un grande affresco storico in cui si intrecciano amori, bugie, crudeltà, ambizioni e morte.

Show description

Read more

By Paolo Bertinetti

Paolo Bertinetti si reca a vedere in line with los angeles prima volta los angeles Juventus dal vivo il pomeriggio del 2 ottobre 1955. Ha solo undici anni e poco prima di uscire di casa apprende dai giornali della tragica morte di James Dean, suo idolo d'infanzia. Lo stadio è il Comunale di Torino, il compagno d'avventura l'amico Aldo, più esperto, e i bianconeri, "una squadra modesta, quasi completamente da rifare", perdono 4-0 contro los angeles Fiorentina. Ma il calcio è così: anche un giorno sportivamente nefasto può segnare un'iniziazione, il primo passo di un percorso che coinciderà con quello della propria stessa vita, il principio di un amore che non si attenuerà a dispetto del pace, delle delusioni, delle disillusioni. Poche, peraltro, saranno quelle che los angeles Storia riserverà alla Juventus, Signora incontrastata del calcio italiano. A oltre sessant'anni da quella prima volta allo stadio, a oltre venti Scudetti, due Coppe dei Campioni, due Intercontinentali e svariati altri trofei, Paolo Bertinetti, divenuto nel frattempo fondatore e presidente della Associazione Nazionale Amici della Juventus, sfoglia l'album dei suoi ricordi bianconeri in keeping with raccontare con tenerezza e ironia ai tifosi di tutte le età una storia dichiaratamente "sentimentale e partigiana" nella quale scorrono veloci tutti i campioni e gli uomini-simbolo della Juventus (da Boniperti a Sivori, da Scirea, Bettega e Platini a Lippi, Del Piero, Zidane, Buffon, fino a Conte e Dybala), le imprese del nobile passato e los angeles gloria di oggi.

Show description

Read more

By Carlo Greppi

Gino ha undici anni e della guerra sa solo che porta los angeles repute, e che quando arrivano gli aerei si scappa in cantina. L’emigrato Italo vive a Parigi, si è sposato da poco ed è felice, ma stanno arrivando i tedeschi, e con loro le cacce all’uomo. Fiorella è los angeles figlia del maggiore Gastone Serloreti, a capo del famigerato Ufficio politico investigativo della caserma-prigione di through Asti, a Torino, ma lei è lontana dal terrore della Repubblica di Salò. E poi c’è il brigadiere Antonio M, che di quella caserma è l’ultima ruota del carro, e dopo los angeles guerra sarà processato consistent with stabilire se è stato anche lui un carnefice, o soltanto uno che ha lasciato fare. Oppure, addirittura, se cercava di aiutare i perseguitati, in line with quanto possibile.
Ben poche delle persone investite dalla guerra in casa furono senza dubbio carnefici, o divennero vittime senza scampo. los angeles verità è che tutti cercarono, ogni giorno, di prendere decisioni e di sopravvivere in un contesto sempre più difficile, in una dimensione esistenziale che non può coesistere con facili schematismi, ma è immersa nel grigio della nebbia morale. Come hanno fatto loro i conti con quel passato? E come li abbiamo fatti noi? L’Italia dei venti mesi di guerra civile (1943-1945) è tutt’oggi un campo di battaglia storiografico. Le responsabilità, gli eroismi, le ragioni e i torti occupano ancora molta letteratura storica e divulgativa. Gli occhi sono puntati sui nazisti, oppure sugli ebrei, oppure sui partigiani. Con questo libro eccezionale, Carlo Greppi compie un’operazione del tutto originale e riesce a spostare los angeles questione al di fuori del terreno consueto, impostando los angeles sua ricerca alla scoperta del vissuto, delle storie e delle vite degli “uomini in grigio”, cercando di restituire al lettore una visione non deformante di quel momento storico.
Per farlo, in perenne fuga tra uno stereotipo e l’altro, los angeles scrittura storiografica si colora di narrativa, i personaggi storici escono dai documenti ed entrano in un racconto orchestrato con sapienza. E interrogano così ogni lettore: cosa avresti fatto, tu? Che ruolo avresti scelto? E come avresti convissuto con le tue scelte?

Show description

Read more

By Vincenzo Sarracino,Enricomaria Corbi,E. Corbi,V. Sarracino

Il quantity nasce dalla revisione di Scuola e politiche educative in Italia dall’Unità advert oggi (Liguori, Napoli, 2003). Prende corpo, così, un testo che si configura come agile strumento di formazione in step with quanti (studenti, ma non solo) vogliano maturare una cultura e una consapevolezza di base, in direzione diacronica, del modello di scuola che through through è stato presentato ed attuato nel nostro Paese dall’Unità advert oggi. Una storia della scuola e delle politiche educative che, attraverso il nesso tra l. a. storia delle idee e los angeles storia delle istituzioni educative e il riconoscimento del rapporto inscindibile tra pedagogia e politica, considera l’una e l’altra nelle loro molteplici interazioni con il contesto sociale (economia, ambiente, vita quotidiana).

Show description

Read more

By Lidia Casti,Mario Portanuova

Dei cinesi insediati in Italia da quasi un secolo non si è mai saputo molto, anche perché, forse, non ce n’era bisogno. Finché, a un certo punto, è cambiato tutto. Sono diventati sempre di più, hanno stravolto l. a. faccia di molti quartieri sollevando l. a. protesta degli abitanti. Il 12 aprile 2007, in through Paolo Sarpi a Milano, sono stati protagonisti della prima rivolta etnica nella storia dell’Italia moderna. E hanno invaso le pagine dei giornali.

Ma cosa si nasconde dietro ai pregiudizi e agli stereotipi che avvolgono l. a. più antica comunità straniera del nostro Paese? Come il suo lato oscuro – fatto di mafia, di riciclaggio, di ragazzini con le mannaie e di bordelli nascosti sotto centri massaggi, di schiavi-lavoratori e ambulatori clandestini – dialoga con l. a. normalità quotidiana, fatta di lavoro, di commercio, di famiglia, di scuola, di divertimento e, ormai, spesso anche di integrazione?

Show description

Read more