Category: History In Italian

By Paola S. Salvatori

Il 1911 è un tornante fondamentale in step with le tradition politiche italiane: in quell’anno, infatti, il movimento nazionalista fu il protagonista della campagna in step with l. a. conquista militare della Tripolitania e della Cirenaica, che trasformò il «libicismo» in un sentimento pervasivo di grandezza nazionale. Anche il mondo liberale cominciò a risentire di quelle nuove prospettive: i nazionalisti furono avvertiti come un possibile fattore di ringiovanimento dello stesso liberalismo italiano, costretto quindi a rinnovarsi nelle idee e nei metodi politici. In questo quantity s’indagano le forme di delegittimazione politica che si svilupparono in Italia attorno al – e a partire dal – movimento nazionalista, e le modalità con cui story delegittimazione si legò alla presa del potere da parte del fascismo, passando according to gli anni cruciali della Grande Guerra. Si cerca dunque di rispondere advert alcuni interrogativi fondamentali: quale fu l’apporto – culturale e politico – del movimento nazionalista alla nascita del regime fascista? Perché l. a. marcia su Roma segnò il definitivo tramonto del movimento stesso? Quali furono le motivazioni che spinsero molti esponenti del nazionalismo a lasciare le proprie posizioni originarie in step with abbracciare quelle del neonato regime?

Show description

Read more

By Giovanni Assereto,Marco Doria,G. Assereto,M. Doria

Un agile e innovativo strumento realizzato dai migliori studiosi italiani in step with rispondere alla crescente richiesta di conoscere los angeles storia delle nostre regioni. «Strano destino quello della Liguria, oscillante tra una definizione precocissima della sua identità regionale e una indefinitezza che a tutt'oggi non può dirsi superata». l. a. Liguria ha segnato una sorta di primato nella storia dell'Italia centro-settentrionale, dove altre regioni hanno tardato molto a raggiungere unità e identità politica, o non l'hanno mai conseguita. Sotto los angeles guida di Genova, a lungo una delle più ricche e dinamiche città italiane, los angeles Liguria ha conosciuto invece una precoce unificazione ma i suoi confini regionali hanno subìto nei secoli proceed ridefinizioni, a causa dei mutevoli equilibri della politica nazionale. Lo stesso può dirsi in line with l'economia della regione, fortemente influenzata dalle dinamiche industriali e finanziarie della più vasta sector centro-europea. Questo quantity traccia dunque los angeles storia, dall'antichità a oggi, di un territorio – più che di una regione tout courtroom – dall'identità debole, plurale, che ha trovato il proprio assetto di volta in volta, sotto l. a. spinta di fattori non tanto locali, quanto nazionali e internazionali.

Show description

Read more

By John M. Najemy,Francesco Paolo Terlizzi,Antonella Astorri

Firenze è universalmente nota come los angeles culla del Rinascimento, centro della rifioritura negli studi, nella letteratura e nelle arti. Ma l. a. patria di Machiavelli fu anche una repubblica autonoma, dove si sperimentarono forme di governo che a molti sono sembrate annunciare le moderne democrazie, come natural il teatro di conflitti sociali che sono apparsi anticipare le lotte di classe che l'Europa ha conosciuto su vasta scala molti secoli dopo. l. a. straordinaria ricchezza dei suoi cittadini maggiori, l. a. vitalità delle attività economiche e l'eccezionale tradizione culturale della città sull'Arno infatti hanno costituito una miscela unica nella storia dell'Occidente che ha lasciato splendide tracce in monumenti e opere d'arte che ancora oggi guardiamo come capolavori. In questa Storia di Firenze l'illustre storico John Najemy discute tutte le fasi principali della storia fiorentina tra il 1200 e il 1575. Il suo racconto intreccia gli sviluppi intellettuali, culturali, sociali, economici, religiosi e politici, seguendo l. a. trasformazione di Firenze da comune medievale a repubblica aristocratica fino alla trasformazione in un principato territoriale che è durato fino all'Unità d'Italia.

Firenze potrebbe sembrare l'ultima città advert aver bisogno di una presentazione, facts l. a. sua fama leggendaria: patria natale del Rinascimento e culla della moderna civiltà occidentale. Questo libro offre tuttavia un'interpretazione di circa quattro secoli di storia fiorentina da una prospettiva diversa da quella della leggenda che presenta Firenze come un miracolo inspiegabile, sostanzialmente senza storia e contesto. Da pace gli storici dell'arte e della letteratura hanno inquadrato le opere della Firenze rinascimentale nel loro contesto storico. Ma altrettanto va fatto in step with sradicare l'idealizzazione dei detentori della ricchezza e del potere nella Firenze di quei secoli. los angeles sua storia fu piena di conflitti, sia all'interno dell'élite sia fra questa e le altre classi sociali. los angeles sua storia e cultura si svilupparono attraverso controversie e antagonismi di classe. Durante il XIII secolo nelle città italiane il «popolo» organizzato nelle arti di mestiere e nelle compagnie militari di quartiere, imbevuto dei concetti di cittadinanza e di bene comune assorbiti dalla Roma antica, lanciò los angeles prima sfida politicamente efficace e ideologicamente fondata a una élite di detentori del potere; una sfida, nel caso di Firenze, che riuscí, non a rimpiazzare l'élite, ma a trasformarla. Lo straordinario libro di Najemy unisce analisi tematiche della società, dell'economia, della cultura e delle strutture familiari, affrontate in precisi contesti storici, con il filo conduttore di una narrazione dell'evoluzione politica delle istituzioni e delle contese according to il potere.

Show description

Read more

By Francesco Barbagallo

Barbagallo mette in luce come luoghi comuni e politiche sbagliate abbiano penalizzato metà del nostro paese. Secondo l'autore il Mezzogiorno da 'problema' dovrebbe trasformarsi in opportunità according to l'intera società italiana. A patto di liberarsi dal familismo dei extended family e di puntare sulla preparazione e le capacità di lavoro del più esteso e inattivo capitale giovanile. Rocco Moliterni, "Tuttolibri"

Francesco Barbagallo dimostra in queste pagine quale ruolo centrale abbia avuto los angeles questione meridionale nella storia d'Italia e sottolinea come essa abbia ancora oggi un'importanza fondamentale, malgrado ultimamente sia pressoché scomparsa dal discorso pubblico: come se los angeles si desse oramai in step with irrisolvibile. Valerio Castronovo, "Il Sole 24 Ore"

Nell'alternarsi di dati e pagine sobriamente emotive sul cosiddetto divario Nord-Sud, che ha attraversato l'Italia dall'Unità a oggi, emerge un promemoria impressionante: da un lato si vede il filo del 'meridionalismo' stendersi lungo i decenni; dall'altro l'azione delle classi dirigenti nei riguardi del Sud, che ha conosciuto rari momenti di auge e lunghi periodi di stasi. Nello Ajello, "la Repubblica"

Show description

Read more

By Marcello Sorgi

"Ha il cilindro consistent with cappello, due diamanti consistent with gemelli, un bastone di cristallo, los angeles gardenia nell'occhiello, e sul candido gilet un papillon di seta blu": con queste parole in Vecchio frac, una delle sue canzoni più famose, Domenico Modugno nel 1955 ricorderà con commozione, un anno dopo los angeles scomparsa, il leggendario principe siciliano Raimondo Lanza di Trabia. Misterioso tombeur de femmes, personaggio fascinoso e brillante, doppiogiochista imprevedibile, il principe e l. a. sua fulminea vicenda si perdono sfuggenti tra le pieghe reali e fantastiche della storia del Novecento italiano, e non solo. Ma il suo on my own mitico non accenna a dissolversi. È possibile che un uomo solo sia stato fi danzato di Susanna Agnelli, amante di Joan Crawford, amico forse più che intimo di Edda Ciano e Rita Hayworth, a lungo frequentatore di Gianni Agnelli, Ranieri di Monaco, Aristotele Onassis e dello scià Reza Pahlavi, ma anche presidente del Palermo Calcio e inventore del calciomercato, corridore automobilistico e protagonista del rilancio della Targa Florio, spia fascista durante l. a. guerra civile spagnola e mediatore con i partigiani nella Roma "città aperta" del '43? Marcello Sorgi, con l'accuratezza e il gusto consistent with l. a. narrazione che lo contraddistinguono, ci restituisce il ritratto eccentrico dell'ultimo, grandioso Gattopardo, in bilico tra stravaganze dannunziane e debolezze brancatiane, le suggestioni della wonderful di una grande dinastia e di un castello che period l. a. sua reggia, le imprese indimenticabili della "vita breve e avventurosa di un dandy, atteso all'incrocio di tutti i grandi eventi del suo tempo".

Show description

Read more

By Emilio Gentile

l. a. sacralizzazione della politica accade ogni volta che un'entità politica – los angeles nazione, los angeles democrazia, lo Stato, l. a. razza, los angeles classe, il partito, il movimento – è trasformata in una entità sacra, in un oggetto di devozione e di culto, ed è collocata al centro di un sistema di credenze, di simboli e di riti. Nascono allora le religioni della politica, che non si identificano con un unico tipo di ideologia e di regime: esse possono sacralizzare l. a. democrazia o l'autocrazia, l'eguaglianza o l. a. disuguaglianza, l. a. nazione o l'umanità.

Show description

Read more

By Pietro Testa

Nell’Antico Egitto il confine tra Magia e Religione è molto labile e molto spesso le due esperienze si fondono. l. a. Magia nasce con atto creativo del Demiurgo, forza naturale densa di vibrazioni tali da infondere vita al creato esprimendosi e materializzandosi nella parola. In ogni momento della cultura egiziana, nell’architettura sacra, nella religione, nel vivere quotidiano, nella morte, l. a. Magia è sempre presente in forma immanente o latente. Ricerche e pubblicazioni sulla Magia nell’Antico Egitto sono numerosissime, quasi tutte in lingua straniera, che hanno dato un notevole impulso alla comprensione di questa cultura dello spirito. Questo lavoro vuole tentare di some distance conoscere in italiano le varie manifestazioni della Magia nella terra del Nilo attraverso le fonti scritte. Lo scopo è di presentare le testimonianze più varie, e delle quali alcune poco be aware, che porteranno il lettore nell’avventura di un mondo pulsante di esperienze che, pur se antiche, si ritrovano ancora oggi nelle preoccupazioni della vita.

Show description

Read more

By Michela Ponzani

«Essendo fidanzata con un prigioniero di guerra tedesco ed avendo advert oggi una bambina, faccio appello a codesto Comando di voler concedere l'autorizzazione onde poterci unire in matrimonio, sebbene prigioniero.» Rimasta sola a crescere los angeles figlia nata dall'amore con un soldato tedesco, Lola Oldrini così scriveva alla Commissione alleata di controllo di Roma nel luglio del 1946. Come lei, nel periodo dell'Asse Roma-Berlino, e poi durante l'occupazione nazista, tra il 1943 e il 1945, molte donne italiane intrattennero relazioni sentimentali con militari tedeschi della Wehrmacht. Furono fidanzamenti voluti dalle famiglie d'origine, relazioni di lungo periodo sfociate in 'matrimoni misti', oppure relazioni extraconiugali e incontri fugaci ricercati in line with bisogno d'affetto e protezione nei giorni della solitudine della guerra. Ciò che è stato omesso è che i bambini nati da questi incontri, considerati 'figli del nemico', furono spesso oggetto di discriminazione, subirono l'abbandono delle madri, passarono l'infanzia chiusi in orfanotrofi, negli istituti di cura religiosi o nei brefotrofi gestiti dalla Croce Rossa o dall'Opera nazionale maternità e infanzia o vennero dati in adozione. Attraverso le lettere inner most e i diari oggi conservati nell'Archivio Segreto Vaticano e nell'Archivio delle Nazioni Unite, Michela Ponzani racconta le loro vite dimenticate, insieme a quelle delle loro madri, dei loro padri e di chi se ne prese cura, riportando alla luce storie sconosciute e sorprendenti.

Show description

Read more

By Michele Stefanile

…basta un nice settimana in line with nuotare tra le strade e i mosaici sommersi di Baia, nel Golfo di Napoli, esplorare il Foro e le case di Pompei, e spingersi a sud, verso l’antica Paestum, con i templi austeri a vegliare su un mare di rovine.
Non solo Pompei, Ercolano o Stabia, investite dalla furia del Vesuvio nel seventy nine dopo Cristo: l’Italia, terra di vulcani e terremoti, guerre e dominazioni, è disseminata di antichi insediamenti urbani travolti dai secoli. Città un pace ricche e popolose, uscite poi di scena in modi traumatici o spentesi lentamente, sopraffatte dalla natura o spianate dalle armi, incorse in un declino inesorabile. Lungo le coste o in mezzo ai monti, da Minturnae a Norba, da Tharros a Mozia, il viaggio ci condurrà alla scoperta di città intere, con le loro strade, case, terme, mura, luoghi di culto e di commercio, anfiteatri, in step with ritrovare le tracce di una storia millenaria che ci ha plasmato in step with quello che siamo.

Show description

Read more

By Aldo Tollini

los angeles through occupa un posto di particolare rilievo nella civiltà giapponese medievale, dando vita, nelle varie forme in cui si manifesta, tra le quali l. a. through del Guerriero, del Tè, della Poesia, al nucleo fondamentale della cultura che si sviluppò tra i secoli XII e XVII. È il periodo in cui i samurai vennero alla ribalta della scena politica e sociale, e poi anche culturale, prendendo e gestendo il potere effettivo: un'epoca di sanguinose lotte, ma natural di una grande fioritura intellettuale che ha lasciato un segno indelebile persino sulla società giapponese contemporanea. Questo libro ripercorre le principali fasi dello sviluppo dell'ideale della through, esplorandone los angeles storia e le principali manifestazioni all'interno del pensiero dei samurai, nella poesia e nel Buddhismo. Guerrieri, monaci e poeti sono gli attori principali della scena medievale giapponese: nella pratica della through, nella sua forma piú elevata, essi sono uniti dall'unico ideale del perfezionamento spirituale.

Show description

Read more